Trekking Alpi Apuane: i sentieri del marmo, sulle tracce dei cavatori

Trekking Alpi Apuane
Photo: ©Emanuele Giampedroni

 “Scrivere questo articolo mi ha profondamente emozionato perché le mie radici sono in questi luoghi e sono cresciuta ascoltando tanti racconti  di “vita vissuta” proprio su questi sentieri.  Sentieri che da bambina, a tratti, ho percorso con la mia piccola mano stretta in quella dei miei nonni che mi parlavano di quando li percorrevano ogni giorno, anche in condizioni  estreme, per andare a lavorare alle cave, o a cercare legna, o ancora, in tempo di guerra, per procurarsi il cibo.”

———————————————————————————————————————

Le Alpi Apuane offrono un gran numero di itinerari per appassionati di trekking ed alcuni tra i più belli, così come  accennato nell’articolo “Carrara: cosa vedere nella città del marmo”, partono proprio da località situate nella zona di Carrara.  Molti di questi percorsi offrono una splendida vista che spazia dai bacini marmiferi alla costa, ed  alcuni  ripercorrono i sentieri che facevano un tempo i cavatori, che vivevano nei borghi collinari, per recarsi a lavorare nelle cave di marmo,  per questo  i sentieri che partono da questa zona possono definirsi “i sentieri del marmo”. Ecco di seguito un elenco dei “sentieri del marmo” a mio avviso più affascinanti. Buona lettura!

-Note: gli itinerari Trekking Alpi Apuane sotto riportati sono numerati in base all’ordine di inserimento nell’articolo, per qualsiasi informazione fai  quindi riferimento al  numero sentiero  attribuito dal CAI riportato in rosso-

Trekking Alpi Apuane: sulla vetta del Sagro

Itinerario 1- Sentiero Blu – sentieri 172/173

Il Monte Sagro (1749 mt ), detto “la montagna dei carrarini”, è una vetta raggiungibile anche da escursionisti meno esperti, ovviamente occorre  un certo allenamento, svolgendosi l’itinerario in salita, ed una certa conoscenza della montagna.

Il sentiero che conduce alla vetta del Sagro, denominato sentiero blu e contrassegnato con i segnavia 172/173 (più avanti descritti in dettaglio), parte dalla Foce di Pianza (1270 mt) per snodarsi in direzione sud- est seguendo una cresta marmorea che si affaccia sulla Valle di Torano e che offre una straordinaria vista sulle cave e sul mare Dopo qualche centinaio di metri il sentiero si divide in due, e si può procedere seguendo il sentiero 172 o il sentiero 173.

Il percorso 173 svolta a sinistra, in direzione Capanna Garnerone, e seguendolo si  incrocia il sentiero che conduce  alla vetta del Sagro risalendo la cresta sud/ovest. Questo sentiero offre suggestivi scorci sulla Lunigiana e sulla Valle di Vinca.

Il percorso 172 prosegue invece in direzione Foce Luccica, portando al sentiero che porta cui si arriva alla vetta del Sagro risalendo invece la cresta nord/ovest. Questo percorso offre una straordinaria vista sulle cave e sul mare.

I due sentieri possono essere percorsi ad anello, salendo da un lato e scendendo dall’altro. Il tempo di percorrenza totale (salita e discesa)  sia che si decida per il sentiero 172 o 173 o per  “l’anello”, è di circa 3 ore, ed il livello di difficoltà è E (escursionisti). Il dislivello è di circa 480 mt e non sono presenti ne punti di appoggio ne di rifornimento di acqua.

Dalla vetta del Sagro si gode di un panorama mozzafiato che abbraccia a 360 gradi tutta la zona, da Carrara al Golfo di La Spezia, dalle Cave di Marno alla Valli interne delle Apuane fino alla Lunigiana. Sulla vetta si trovano una croce ed una rosa dei venti.

Leggete l’articolo dedicato a questa escursione ⬇⬇⬇

Escursione sul Monte Sagro, sulla vetta del “guardiano” della città del marmo

Trekking Alpi Apuane: sulle tracce dei cavatori

Itinerario 2 – Carrara Bugliolo/Bergiola Foscalina/ Sentiero Cavatori/Sentiero del Marmo/Fantiscritti/Miseglia/Carrara Bugliolo –Sentiero 152 

Questo itinerario di livello facile ma di notevole durata(oltre 6 ore e 30), è  l’itinerario con cui più ci si immerge nella “cultura del marmo”. Il percorso parte da Carrara in  località Bugliolo per salire attraverso il sentiero 152 a Bergiola Foscalina e da qui imboccare il Sentiero dei Cavatori, un antica mulattiera che i cavatori di Bergiola utilizzavano per andare a lavorare alle cave del bacino di Colonnata. Il sentiero, costeggiando cave abbandonate, vecchi ruderi, cisterne d’acqua per la raccolta dell’acqua ad uso delle cave, termina sulla strada Bedizzano/Colonnata.

Da qui l’itinerario segue la strada in direzione Carrara per un breve tratto per poi procedere sul Sentiero del Marmo che, snodandosi tra fitta vegetazione, vecchie cave abbandonate e aperti spazi panoramici, aggirando il Monte Novello, conduce al bacino marmifero di Fantiscritti.

Da qui il tragitto procede sulla strada asfaltata che riporta a Carrara incrociando gli spettacolari Ponti di Vara ed il paese di Miseglia, antico borgo di cavatori che percorrevano l’ultimo tratto di questo ‘itinerario al contrario per raggiungere le cave di Fantiscritti.

Itinerario 3- Carrara S. Rocco/Monte D’Arma/Sella Pianaccia – Sentiero 193

Il sentiero 193 del Cai è un sentiero panoramico che porta da Carrara alla località Pianaccia. La partenza di questo sentiero è una mulattiera che troviamo in Via Monte D’Arma, in località San Rocco, sulla strada che da Carrara sale a Torano. Risalendo la mulattiera il sentiero conduce a Monte D’Arma, una collina che sovrasta la centrale Piazza Alberica, da qui al crinale Monte Istro, che separa la valle di Gragnana da quella di Torano, ed infine a Sella Pianaccia. Sentieri minori dalla cresta scendono al borgo di Gragnana e venivano usati dai cavatori che vi risiedevano per raggiungere le cave del bacino di Torano. Per approfondimenti sul sentiero minore che scende a Gragnana potete leggere l’articolo qui sotto ⬇⬇⬇

Sentiero Gragnana Monte d’Arme, sulla via dei cavatori

Il sentiero 193 ha difficoltà facile  ad eccezione di un piccolo tratto classificato EE. La durata dell’itinerario è di circa 3 ore e 20 in andata e 2 ore e 40 in ritorno. Questo sentiero non è un sentiero particolarmente significativo ma offre la possibilità di una passeggiata molto panoramica. Da Sella Pianaccia è possibile fare il percorso a ritroso oppure immettersi sul sentiero 40 e scendere al borgo di Torano per tornare poi in località San Rocco.

Trekking Alpi Apuane: altri sentieri  

Itinerario 4 – Foce Pianza / Foce Luccica – Sentiero 172

Il sentiero 172, che collega Foce Pianza (1279 m ) a Foce Luccica (1028 m), è usato per lo più come sentiero di passaggio per escursioni che utilizzano altri sentieri. Questo sentiero permette infatti di arrivare ad uno dei sentieri per la vetta del Monte Sagro ed al sentiero per il Monte Spallone.

L’itinerario, che può essere intrapreso sia da Foce Pianza che da Foce Luccica, permette di raggiungere, oltre che il Sagro e lo Spallone, Cava dei ValliniFoce della Faggiola (1464 m) un valico erboso ai piedi del Monte spallone.

Il livello di difficoltà è EE (escursionisti esperti) poiché tra i Vallini e Foce Della Faggiola è particolarmente impegnativo. Il tempo di percorrenza dell’itinerario andata e ritorno 172 è di circa 5 ore.

Itinerario 5-Trekking Alpi Apuane – Campocecina /Capanna Garnerone – Sentiero 173

Il sentiero 173, che unisce i rifugi del Cai di Campocecina e di Capanna Garnerone nella valle di Vinca, è uno dei sentieri più lunghi tra quelli delle Alpi Apuane con una percorrenza totale ( andata e ritorno) di circa 8 ore e permette quindi un’escursione completa. Questo sentiero incrocia numerosi altri sentieri permettendo una vasta scelta di alternative escursionistiche, tra cui la salita alla vetta del Sagro e la salita al Monte Borla.

L’itinerario, partendo da Campocecina,  passa  per Foce di Pianza, innesto del Sentiero Blu, Foce del Faneletto, Foce del Pollaro, Foce di Vinca, Foce Rasori per giungere infine a Capanna Garnerone.

Il livello di difficoltà di questo sentiero può essere considerato E fino all’innesto con il sentiero Blu per il Sagro, da qui fino alla Foce del Pollaro la difficoltà diventa EE (escursionisti esperti) ed è assolutamente sconsigliato in inverno. Il resto del percorso è di nuovo di percorrenza facile.

Itinerario 6 –Trekking Alpi Apuane – Castelpoggio /Campocecina – Sentiero 185

L’itinerario Cai 185 , che  rappresenta la prima tappa dell’ Alta Via delle Apuane, è un sentiero  di facile percorrenza che unisce la frazione collinare di Castelpoggio (547 mt ) a Campocecina, per la precisione al Rifugio Carrara (1320 mt) passando per il Passo della Gabellaccia (895 mt).  Il sentiero, di difficoltà facile e ben segnalato, è percorribile in circa 3 ore in andata e 2 ore in ritorno. Pur avendo un grado di difficoltà facile, per la sua lunghezza e per il dislivello di 800 metri,  il percorso è comunque consigliato a chi ha un minimo di allenamento.

Il primo tratto del sentiero si snoda attraverso un castagneto per arrivare in dieci minuti alla Maestà di Castelpoggio, qui il sentiero apre la vista sul borgo sottostante di Gragnana per poi addentrarsi in un fitto bosco di  lecci e cipressi. Da questo punto la salita si fa più ripida e dopo circa 1 ora e mezzo il sentiero arriva alla località Gabellacia ed alla strada per Campocecina. Dopo circa 1 ora e 15 minuti di cammino il sentiero giunge al piazzale di Campocecina (Piazzale di Acquasparta) dove si possono ammirare alcune sculture dedicate alla Shoah. Da qui seguendo per un piccolo tratto la strada asfaltata e deviando poi a sinistra seguendo le indicazioni si arriva in una decina di minuti al Rifugio Carrara.

Itinerario 7- Campocecina/Foce Pozzi/Casa Respettolo-Foce Porcigliola-Torre Di Monzone/Casa Cardeto – Sentiero 183

Questo itinerario segue il vecchio percorso che congiungeva Monzone con Campocecina e le Cave di CarraraPartendo dal Rifugio Carrara di Campocecina il percorso coincide per un breve tratto con l’anello didattico del Monte Ballerino, per  poi proseguire, tra radure, pozze d’acqua e grotte (tra cui L’Antro degli Orridi una grotta che scende per oltre 200 mt e che si sviluppa per oltre 600), fino a Foce dei Pozzi. Da qui, l”itinerario arriva a Case Respettolo da dove si può salire alla vette della Torre Monzone e della Rocca di Tenerano, per poi  immettersi nel sentiero 40  arrivando a Case Cardeto. Questo percorso ha un livello facile ed un tempo di percorrenza di 2 ore e 15  in andata e 2 ore e 45 in ritorno.

Itinerario 8 Trekking Alpi Apuane- Carrara Bugliolo/Scalinata del Littorio/Codena/Bergiola Foscalina/ Monte Brugiana/Cava Combratta – Sentieri  152/151

Il sentiero 152 è un percorso facile che permette di salire sul Monte Brugiana (960 mt) godendo di scorci straordinari su Carrara, le Alpi Apuane e le cave. Il sentiero prende avvio a Carrara in località Bugliolo con una ripida scalinata, la Scalinata del Littorio, che conduce fino al paese di Codena e da qui a Bergiola Foscalina, piccolo paese situato ai piedi del Monte Brugiana. Da Bergiola inizia la salita vera e propria per la vetta del Monte Brugiana che richiede circa 1 ora e 45 minuti di cammino.

Dalla vetta, su cui  è collocata una grande croce di ferro, si gode uno straordinario panorama sui bacini marmiferi e su tutte le Apuane. Da Bergiola la vetta del Monte Brugiana è raggiungibile anche attraverso il sentiero 151, passando per Cava Combratta, una cava ormai in disuso,  e  La Rocchetta, vetta di 880 mt, situata al confine tra le valli del Fiume Carrione ( Carrara) e del  Fiume Frigido (Massa) . Il sentiero 151 è più impegnativo del 152 sopratutto nell’ultimo tratto.

Il sentiero 152 ha un livello di difficoltà classificato facile, ma il dislivello di 850 metri e la durata di 5 ore ( andata e ritorno) richiedono però una discreta preparazione fisica. Il 151 è più impegnativo del 152 e per questo è considerato di difficoltà media. I due sentieri possono essere percorsi ad anello, uno per la salita ed uno per la discesa in questo caso il tempo di percorrenza ( andate e ritorno) da Carrara è di circa 6 ore.

Articolo di © Sabrina Musetti, riproduzione vietata senza citare la fonte. Protected by Copyscape

Articoli collegati: 

Carrara, cosa vedere nella “città del marmo”

Carrara, i monumenti più belli della “città del marmo”

Per informazioni estremamente dettagliate ( anche se alcune un po’ datate) sui sentieri ti consiglio il sito www.escursioniapuane.com. Puoi trovare  ulteriori informazioni inerenti l’argomento Trekking Alpi Apuane anche su: www.parcapuane.it e www.parcoappennino.it.

Per qualsiasi  informazione sulla destinazione o per segnalare qualche errore contattami al 3898463586 o alla mail sabrina@ilmiomondolibero.it.

Per scoprire altri straordinari luoghi nelle vicinanze di Carrara vai alla categoria Con me tra Toscana e Liguria >>>>>

Puoi trovare tutti i  miei articoli di viaggio nella categoria Viaggi >>>


Condividi l'articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *