Come mantenersi giovani camminando

Come mantenersi giovani camminando, anziani che cammminano nel bosco

E’ risaputo che l’esercizio fisico ha un ruolo fondamentale nella vita in quanto grazie ad un costante allenamento si riesce a migliorare la nostra salute ed anche a trovare pace ed equilibrio mentali. Alcuni recenti studi hanno però dimostrato che vi sono alcuni tipi di attività fisica che rappresentano un allenamento anche per il nostro cervello, in particolar modo con l’avanzare dell’età, tra questi la camminata. In questo articolo vi parlo di questi studi e di come mantenersi giovani camminando!

Come mantenersi giovani camminando: studi e ricerche

Se da tempo è risaputo che camminare aiuta a stare bene e mantenersi in forma, uno studio pubblicato sulla rivista scientifica “NeuroImage” fornisce ora delle certezze documentate.

Questo studio ha ribaltato la convinzione che il cervello non sia in grado di rigenerarsi esaminando 3 gruppi di anziani e monitorandone la funzione cerebrale focalizzandosi proprio sulla materia che compone il cervello.

Lo studio ha coinvolto 250 anziani con una vita non dinamica ma che godevano di un buono stato di salute. Gli anziani sono stati divisi in tre gruppi e ad ogni gruppo è stato fatto svolgere un diverso esercizio fisico da svolgere per tre giorni a settimana:

  • un gruppo doveva camminare
  • un altro praticare danza
  • l’altro fare allenamento per l’equilibrio e stretching.

Dopo sei mesi, gli scienziati hanno analizzato i risultati scoprendo che:

  • il gruppo che faceva stretching e allenamento per l’equilibrio non mostrava particolari differenze
  • quello che praticava danza mostrava una maggiore abilità nel muoversi
  • quello che aveva praticato la camminata presentava un netto miglioramento della materia celebrale, con conseguente riduzione del rischio del declino cognitivo e quindi di possibili forme di demenza senile.

La camminata può quindi aiutare il nostro cervello proteggendolo dal declino cognitivo e restituendogli materia bianca!!

La camminata può essere anche un momento di meditazione: leggete l’articolo “Meditazione Camminata” >>>

Ma quanto si deve camminare per proteggere il nostro cervello?

Nello studio pubblicato su “NeuroImage” il gruppo di anziani praticava una camminata veloce per 40 minuti per 3 volte a settimana. Dunque secondo questo studio basterebbero 120 minuti di camminata veloce a settimana per ridurre notevolmente il rischio di demenza senile e quindi mantenere giovane il nostro cervello.

Come mantenersi giovani: altre attività fisiche che aiutano il nostro cervello

Se la camminata è l’attività fisica più pratica a qualsiasi età, non è però l’unica che può aiutare il nostro cervello a restare giovane il più a lungo possibile. Qualsiasi attività infatti aiuta la nostra mente, tra queste vi consiglio:

  • ginnastica a corpo libero
  • nuoto
  • bici
  • danza (particolarmente adatta anche per combattere la depressione!)

Svolgere qualsiasi tipo di attività con qualcuno è una marcia in più in quanto spinge ad impegnarsi maggiormente e ad essere costanti oltre che essere un valido supporto emozionale!!!

Contattatemi cliccando qui per conoscere il calendario delle camminate di gruppo organizzate per il 2022!!

Un consiglio: prima di intraprendere qualsiasi attività fisica consultatevi con il vostro medico che potrà aiutarvi a capire se questo tipo di attività fa al caso vostro!!!

Potrebbe interessarvi anche l’articolo: “Frasi sul camminare” >>>

Articolo ©Sabrina Musetti, riproduzione vietata.

Scoprite altri articoli della categoria Lifestyle >>>

Per segnalazioni, informazioni o collaborazioni, contattatemi cliccando qui!!

Libri sull’argomento:


Condividi l'articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.