Ponte di Bocciari e Pontevecchio: due piccole perle nei boschi della Lunigiana (da non confondere tra loro!)

Ieri il mio girovagare mi ha portato a scoprire altre due piccole perle della Lunigiana: Ponte di Bocciari e Pontevecchio, ve ne racconto in questo breve articolo. Buona lettura!!

Ponte di Bocciari, Lunigiana Massa Carrara

Ponte di Bocciari: storia e curiosità

Il Ponte di Bocciari, si trova nel cuore dell’omonimo bosco, il Bosco di Bocciari, nel comune di Fivizzano, anche se nei fatti è molto più prossimo a Carrara. Il ponte è posto alla confluenza del torrente Bardinello (un tempo canale del Ponte Vecchio) e il canale dei Bocciari (un tempo canale del Bosco, che nome suggestivo!!). 

Sebbene il luogo fosse frequentato fin da epoche remote, come dimostrato dal ritrovamento di 9 statue stele nella sua prossimità, nella sua attuale configurazione il ponte risale al XVIII secolo. Con il sua arco a tutto sesto lungo circa 5 metri ed alto 3 metri, Ponte Bocciari risulta uno dei ponti più piccoli della zona Apuana.

Il ponte ha subito un’ importante opera di restauro e consolidamento nel 2008 ad opera del Parco Regionale delle Alpi Apuane.

Sul Ponte di Bocciari

Le statue stele del Ponte Bocciari

Il ponte è “famoso” poiché nelle sue immediate vicinanze, nel 1905, durante dei lavori si sistemazione di un castagneto, furono rinvenute ben 9 statue stele, 8 integre ed una frammentaria.

Queste statue stele risultano le più antiche tra quelle ritrovate ad oggi in Lunigiana, le uniche sistemate in ordine di altezza e tra le poche ritrovate nel medesimo posto in cui erano state posizionate originariamente.

Nota: Ponte di Bocciari viene spesso, erroneamente chiamato Pontevecchio (in effetti il cartello riporta solo questa indicazione) ma Pontevecchio è invece il minuscolo paese che si incontra lungo il sentiero per Ponte di Bocciari.

Pontevecchio, borgo fantasma (o quasi)

Pontevecchio, chiamato anche Case di Pontevecchio, è un minuscolo borgo costituito da tre piccoli nuclei di case in pietra realizzate tra il XV e XVI secolo. Il paese si spopolò attorno agli anni ’40 ed oggi è abbandonato, eccezione fatta per una piccola porzione del fabbricato più grande che è ristrutturata e chiaramente abitata stabilmente (beati loro!)

Il nome deriva dall’antica presenza di un ponte sul torrente Bardinello, che scorre subito sotto il paese, oggi per attraversare il torrente è presente una cementata. Superato il torrente si imbocca una sentiero che sembra dirigersi verso Marciaso, dopo averlo seguito per circa duecento metri però il sentiero termina in un fitto castagneto (o almeno io non ho notato altre tracce).

Come arrivare a Ponte di Bocciari e Pontevecchio

Se si arriva da Carrara occorre seguire SS 446, superata la deviazione per Campocecina, si imbocca la SP 10 (a destra). Superato il paese di Marciaso si continua a scendere, superate le indicazioni per Bardine e Cecina si trova un cartello con indicazione Pontevecchio in prossimità di una stradina sterrata che scende sulla destra. Si può parcheggiare la macchina nello spiazzo prospicente la stradina e proseguire a piedi.

Provenendo invece da Aulla si deve seguire la SS 63 per Fivizzano seguendo prima le indicazioni per Equi Terme e da qui quelle per Carrara raggiungendo il paese di Tenerano. Superato il cimitero (dove si trova l’imbocco del Sentiero della Tecchia di Tenerano) si prosegue, trovando poco dopo l’indicazione per Pontevecchio (attenzione perché l’indicazione è leggibile solo arrivando in direzione opposta!).

Imboccata la sterrata dopo circa 5 minuti di cammino si trova in un ampio spiazzo da cui partono 3 sentieri:

  • il sentiero a destra porta a Pontevecchio
  • quello centrale è presumibilmente una traccia dei boscaioli (non l’ho esplorato)
  • quello a sinistra porta a Ponte di Bocceri.

Cosa vedere nei dintorni

Nei dintorni potete vedere anche:

Grazie per avermi letto! Vi è piaciuto questo articolo? Condividetelo!  Tutti i contenuti di questo blog sono gratuiti, ma crearli richiede molto tempo, così come gestire questo spazio ha un costo… Quindi se questo articolo vi è stato utile in qualche modo, se vi va potete offrimi un caffè cliccando sula tazzina:

Offrimi un caffe!

Articolo e foto di ©Sabrina Musetti, riproduzione vietata senza citare la fonte. 

Potrebbero interessarvi anche altri articoli delle categorie:

Per qualsiasi informazione, segnalazione o per collaborazioni, potete contattarmi:

con messaggio alla pagina facebook Il Mio Mondo libero

alla mail: sabrina@ilmiomondolibero.it

al mobile + 39 3898463586 (anche via whatsapp)


Condividi l'articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.