Tresana, Lunigiana: il castello ed il borgo

Il piccolo borgo storico di Tresana si trova in Lunigiana, poco a nord della città di Aulla, sulla sponda destra del fiume Magra. Per quanto piccolo il borgo vanta la presenza di un castello, una bella chiesa e di angoli suggestivi. Dopo averlo visitato giusto questo weekend, eccomi a raccontarvi qualche curiosità su questo piccolo ma caratteristico borgo della Lunigiana. Buona lettura!

Tresana, vista sul borgo

Storia del borgo

Il Castello ed il borgo di Tresana si sono sviluppati attorno ad una preesistente fortificazione di origini bizantine, una cosiddetta turris, da cui Turresana, e quindi Tresana.

Il borgo ed il castello furono concessi nel 1164 dall’imperatore Federico Barbarossa ai Malaspina di Mulazzo. Tresana divenne feudo indipendente nel 1565 per volere dell’ imperatore Massimiliano II d’Asburgo che concesse l’investitura a Guglielmo Malaspina.

Nel 1571 al feudo fu concesso il diritto di battere monete ma ciò segnò la fine della tranquillità per il piccolo borgo. Dal 1588 infatti la zecca di Tresana divenne nota per la falsificazione di monete comprese quelle dello stato pontificio, ciò portarono il feudo ed il Marchese ad essere scomunicati. Ne seguì per il borgo un difficile periodo che vide la popolazione schierarsi contro i Malaspina, il tumulto sfociò nel 1650 nell’assassinio del marchese Iacopo fratello di Guglielmo II.

Con la morte, l’anno successivo di Guglielmo per un malore improvviso, non essendoci eredi, il feudo fu occupato dagli spagnoli che nel 1660 lo vendettero ai principi Corsini di Firenze. Nel 1797 passò sotto il controllo dei francesi al seguito di Napoleone e dopo la sconfitta ed il Congresso di Vienna tornò ai principi Corsini e dal 1814 al 1859 fece parte del ducato di Modena.

Il castello di Tresana

Castello di Tresana

Il Castello di Tresana, si erge su di un‘impervia rocca posta al culmine della stretta piana alluvionale del torrente Osca. Le ripidi pareti della rocca rendevano il castello inaccessibile e perfetto per gli avvistamenti.

Il castello ha conosciuto vari fasi costruttive, la parte più antica è la possente torre quadrangolare, alta 27 mt, risalente all’XI-XII secolo. Alla torre quadrata tra il XIV ed il XV secolo fu affiancata una seconda torre circolare.

La storia del Castello e del feudo sono ovviamente legate, il castello passò dai Malaspina agli spagnoli da cui, nel 1660, fu venduto, per 123.000 Lire toscane, ai principi Corsini di Firenze che lo vendettero nel 1856. Il Castello cadde in quel periodo in rovina e fu abbandonato.

Nel 2009 la Fondazione Maneschi acquistò il castello curandone il restauro. Oggi il castello è un B&B e non è quindi visitabile internamente.

E’ possibile ammirare il castello da varie angolazioni passeggiando per il borgo. La passeggiata tra i vicoletti di Tresana offre suggestivi scorci del borgo e delle Alpi Apuane.

Sotto al castello si trova la Chiesa San Giorgio Martire, la cui costruzione risale ai primi anni del XIV secolo.

Tresana la chiesa di San Giorgio martire

A poca distanza dal castello, lungo il torrente Osca, si trovano la cascata e la pozza di Tresana, in cui è possibile fare il bagno con vista sul castello!!!

Comune di Tresana: il territorio ed i luoghi di interesse

Oltre il piccolo borgo di Tresana, che gli da il nome, il territorio del comune di Tresana comprende moltissime frazioni e località interessanti sia dal punto di vista storico e naturalistico, tra queste:

  • Barbarasco, capoluogo in cui ha sede il municipio
  • Corneda
  • Bottria 
  • Careggia
  • Serrapiana
  • Villa
  • Quercia 
  • Chiesa 
  • Fontanedo 
  • Giovagallo
  • Preda bianca (“Pietre bianche”)
  •  Vigonzola
  • Tavella
  • Debirotti
  • Nave
  • Penolo
  • Tavella, da cui si possono raggiungere a piedi i resti del castello di Giovagallo
  • Catizzola
  • Castello, borgo conservato e ristrutturato con cura con alla sommità un bellissimo castello-fortezza, ora residenza privata
  • Villa Rosticciola, 
  • Villecchia 
  •  Lorenzana e Popetto.

Tutti piccoli borghi e località immersi nel verde dei boschi della Lunigiana e sovrastati dalle Alpi Apuane.

Tra i monumenti storici di particolare interesse e suggestione oltre al castello di Tresana ci sono:

  • i castelli di:
    • Giovagallo
    • Riccò
    • Villa di Tresana
  • le chiese di:
    • dei Santi Quirico e Giulitta, a Barbarasco.
    • di San Brizio Vescovo, a Bola.
    • di San Lorenza Martire a Nivigigola
    • dei Santi Prospero e Caterina, a Careggia.
    • di Santa Maria Assunta, a Riccò.
    • di San Siro, situata nella frazione di Villa di Tresana.

Grazie per avermi letto! Vi è piaciuto questo articolo? Condividetelo!  Tutti i contenuti di questo blog sono gratuiti, ma crearli richiede molto tempo, così come gestire questo spazio ha un costo, quindi se questo articolo vi è stato utile in qualche modo, se vi va potete offrimi un caffè cliccando sula tazzina:

Articolo e foto di ©Sabrina Musetti, riproduzione vietata senza citare la fonte. 

Potrebbero interessarvi anche altri articoli delle categorie:

Per qualsiasi informazione, segnalazione o per collaborazioni, potete contattarmi:

con messaggio alla pagina facebook Il Mio Mondo libero

alla mail: sabrina@ilmiomondolibero.it

al mobile + 39 3898463586 (anche via whatsapp)


Condividi l'articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.