Pieve di Sorano a Filattiera, Pontremoli

Ogni volta che percorro la strada statale della Cisa, la vista della Pieve di Sorano mi incanta tanto da portarmi sempre a fermarmi ad ammirarla estasiata. Ve la racconto in questo breve articolo, buona lettura!

Pieve di Sorano al tramonto

Pieve di Sorano la storia

La Pieve di Sorano, dedicata a Santo Stefano, sorge nella piana di Filattiera, lungo quello che un tempo era il percorso della Via Francigena. La pieve è infatti citata nel X secolo da Sigeric, arcivescovo di Canterbury, che vi passò durante il viaggio di ritorno da Roma.

Edificata con molta probabilità sui resti di una chiesa altomedievale, la Pieve di Santo Stefano di Sorano è citata in molti documenti della Diocesi di Luni fin dal XI secolo.

Con l’incastellamento del borgo e la costruzione della chiesa di San Giorgio, a partire dal XIV secolo la pieve fu lentamente abbandonata assumendo il ruolo di cappella cimiteriale, a fianco della pieve si trova infatti il cimitero di Filattiera.

In seguito ad alcuni crolli della copertura avvenuti negli anni ’90 furono avviati importanti lavori di recupero che hanno riportato la pieve all’aspetto originario. Durante questi lavori sono state due statue stele denominate Sorano I e Sorano V che sono conservate all’interno della pieve stessa.

Nell’area circostante la pieve sono state ritrovate anche altre statue stele e molti reperti dell’età del ferro, chiaro segno che la zona era abitata fin dalla preistoria.

Architettura

Realizzata con pietre di fiume non squadrate, la Pieve di Santo Stefano ha un impianto a tre navate con il presbiterio leggermente sopraelevato. Particolarmente interessanti le tre absidi, realizzate con una decorazione architettonica su diversi livelli di profondità.

La facciata presenta un piccolo rosone centrale cruciforme e alcune aperture. A lato della pieve si trova un campanile squadrato e tozzo che ricorda più una torre difensiva che la torre campanaria di una chiesa.

L’interno è poco luminoso e sobrio con decorazioni minimali. Curiosa la rappresentazione di una figura mostruosa posta in alto sul lato sinistro della navata centrale. Oltre alle due statue stele Sorano I e Sorano V, all’interno della pieve sono presenti molti altri reperti medievali.

Nota: la pieve è aperta solo in occasione di cerimonie religiose.

Come arrivare

In auto si può arrivare alla Pieve di Sorano da Pontremoli o da Aulla– raggiungibili tramite l’ autostrada A15 Parma -La Spezia– seguendo poi le indicazioni per Filattiera.

Filattiera è servita anche da corse plurigiornaliere degli autobus di linea CTT (consorzio toscano trasporti) sia da Pontremoli che da Aulla.

Grazie per avermi letto e se l’articolo vi è piaciuto condividetelo!

Articolo e foto ©Sabrina Musetti.

Potrebbero interessarvi anche gli articoli delle categorie:

Protected by Copyscape


Condividi l'articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.