Madrid, la “città che non dorme mai”

Nei giorni scorsi mi sono capitate tra le mani alcune foto di un mio viaggio a Madrid, un città in cui mi sono sentita subito a casa, e che reputo una tra le più affascinati d’Europa. Un luogo che mi è rimasto nel cuore per la straordinaria ricchezza dei suoi monumenti, per la cordialità della sua gente, per la vivace vita notturna ma anche per l’ottima cucina. Eccovi così un’articolo introduttivo dedicato a questa splendida città a cui seguiranno poi articoli più specifici. Buona lettura!


Madrid, palazzi sulla Gran Via

Madrid, capitale della Spagna, si trova nella Nuova Castiglia, quasi al centro della Penisola Iberica. Posizionata sull’altipiano della Meseta, tra la Sierra de Guadarrama a Nord e la pianura della Mancha a Sud e ad Ovest, ad un altezza di a 655 metri, Madrid è la capitale più alta d’Europa.

Soprannominata “la città che non dorme mai” per la sua vivace vita notturna, Madrid, con i suoi 3 milioni di abitanti, è la più grande città spagnola ed è sede del Parlamento e della residenza della famiglia reale. Storicamente  popolata per lo più da immigrati delle altre province spagnole, Madrid  è oggi un mosaico di tradizioni e culture diverse.

A differenza di molte altre capitali europee, Madrid non ha monumenti icona che la rappresentano ma possiede uno dei più bei centri storici d’Europa e vanta la presenza di un gran numero di musei.

Madrid: i luoghi da non perdere

Collegata all’Italia da moltissimi voli low cost, Madrid  è una meta che si presta alla perfezione sia per vacanze più lunghe, che permettono di visitare anche i dintorni, che per brevi weekend. Di seguito alcuni dei luoghi assolutamente da non perdere in questa meravigliosa città.

Il Palazzo reale

Madrid, Palazzo Reale

Una delle attrazioni principali di Madrid è senza dubbio il Palazzo Reale, un imponente edificio di 2.800 stanze e di 135.000 metri quadrati che ne fanno il palazzo reale più grande d’Europa. Il palazzo sorge sul luogo in cui fu eretta la prima fortezza araba e la sua costruzione risale al IX secolo. Nel 1734 il palazzo fu distrutto da un incendio ma il re Filippo V ne ordinò l’immediata ricostruzione. Nato come residenza reale, al momento è utilizzato solo per le occasioni ufficiali.
Tra i locali aperti al pubblico meritano una visita la Sala del Trono, la Sala della Porcellana, il Salone dei Banchetti e le Sale Gasparini. Il palazzo ospita una preziosa collezione di quadri  con opere di Caravaggio, Goya e Velasquez. All’esterno del Palazzo Reale si può ammirare la splendida Plaza de l’Armeria dove si tiene la cerimonia del cambio della guardia.

Cattedrale di Nuestra Señora de la Almudena

Madrid, Cattedrale

Vicino al Palazzo Reale si trova la Cattedrale di Nuestra Señora de la Almudena, che rappresenta la chiesa principale della diocesi di Madrid. La  costruzione della cattedrale  fu iniziata nel 1883 ma fu terminata e consacrata solo nel 1993. La chiesa misura 104 metri di lunghezza, 76 di larghezza ed ha una cupola centrale del diametro di 20 metri. Nei 110 anni di lavorazione si sono succeduti sei diversi architetti e ciò ha portato ad una mescolanza di stili diversi: neogotico all’interno, neoclassico all’esterno e neoromanico nella cripta. L’interno della cattedrale ospita un museo di dodici sale in cui sono esposti oggetti sacri legati alla storia della diocesi di Madrid. In questa chiesa sono conservate  inoltre le reliquie di San Isidoro, santo patrono di Madrid.

Plaza de Cybeles

Madrid, Plaza Cybeles

Plaza de Cybeles è una  tra le piazze più belle e famose di Madrid. Collocata all’intersezione tra Calle Alcalà, Paseo de Rocoletos e Paseo del Prado, Plaza de Cybeles è una piazza ricca di importanti monumenti. Il più famoso è la Fontana di Cybeles da cui la piazza ha preso il  nome. La fontana, dedicata a Cybeles, dea greca  della natura, è stata progettata dall’architetto Ventura Rodriguez nel 1777 e realizzata da due famosi scultori: Gutiérrez Arribas, che realizzò la figura della Dea e del Carro, e Roberto de Michel che si occupò della realizzazione dei leoni.

Ad ognuno degli angoli della piazza si trovano importanti palazzi costruiti tra il XVIII ed il XX secolo. Tra il Paseo de Recoletos e la Calle de Alcalá si trova il Palazzo de Linares. Alcune leggende raccontano che questo palazzo sia infestato dai fantasmi dei marchesi Linares e della figlia. Nell’angolo sud-ovest si trova l’edificio della Banca di Spagna e di fronte il Palazzo Buenavista, che è sede del Quartier Generale dell’Esercito.

Plaza Mayor

Madrid, Plaza Mayor

Plaza Mayor costituisce di fatto il cuore della città di Madrid. La piazza, un grande rettangolo di 120 metri per 100, è circondata da edifici di mattoni rossi ornati di terrazzi, torri ed abbaini. Attualmente isola pedonale, la piazza nel corso dei secoli ha ospitato feste, esecuzioni pubbliche, roghi, corride, tornei di cavalieri e nozze di nobili.

Plaza Puerta del Sol

Madrid, Plaza Puerta del Sol
L’orso ed il corbezzolo, simboli di Madrid in Plaza Puerta del Sol

Piazza Puerta del Sol è una delle piazze più conosciute di Madrid e dell’intera Spagna, da qui  partono infatti le principali arterie nazionali e la Piazza rappresenta il chilometro zero dell’ intera rete stradale spagnola. La piazza prende il nome dalla Puerta del Sol, un’antica porta di accesso alla città che sorgeva in corrispondenza della piazza ma di cui però non è rimasta traccia. La notte di fine anno in Piazza Puerta del Sol è tradizione, per garantirsi una “buena sorte” nel nuovo anno, mangiare 12 acini di uva esattamente allo scoccare della mezzanotte.

Il Parco del Retiro

Madrid, Parco del Ritiro
Il palazzo del Cristallo, nel Parco del Retiro

Il Parco del Retiro rappresenta l’oasi di verde e di pace della città di Madrid. Le origini del parco risalgono al XVII secolo quando fu realizzato il progetto di nuovo palazzo di corte che disponesse di  un vasto parco. Il parco di 120 ettari costituito da boschi, prati  ed un grande lago fu adibito a giardino pubblico dopo la rivoluzione del 1868. All’interno del Parco del Retiro si trovano alcune interessanti costruzioni come:

  • il Palazzo delle Esposizioni, una costruzione neoclassica di mattoni rossi
  • il Palazzo del Cristallo, una costruzione liberty di ferro e vetro
  • l’Osservatorio Astronomico
  • il Parterre, un giardino in stile francese dove si può ammirare l’albero più antico del parco, un cipresso che si narra venne portato a Madrid da conquistatore Heran Cortes di ritorno dal Sud America
  • la Casita del Pescador, uno stravagante edificio rosa che veniva usato per  la pesca.

Nel parco sono presenti un gran numero di  fontane e statue decorative, tra queste da segnalare la Fuente de la Alcachofa, originariamente situata la museo del Prado e poi trasferita la Parco, e la statua equestre dell’Angelo Caduto raffigurante la caduta di Lucifero.

La Gran Via

Madrid, Gran Via

La Gran Via è la strada più vivace della città. Su questa arteria, che si allunga per un chilometro e mezzo tra Plaza de Espana e Plaza Cibeles, sono infatti presenti alberghi, cinema, teatri, grandi magazzini, uffici  che la rendono la via più vissuta da madrileni e turisti. I lavori di costruzione della Gran Via, che hanno richiesto l’abbattimento di un intero quartiere  e di quattordici strade, sono iniziati nei primi anni del 1900 e sono proseguiti  quasi fino al 1960. I lavori si svolsero in tre tempi e ciò ha dato origine ai tre diversi stili architettonici che si possono facilmente distinguere passeggiando per la Gran Via.

I musei

Madrid, Museo del Prado
Museo del Prado

A Madrid sono presenti numerosissimi musei, ma se il soggiorno è breve, assolutamente da non perdere sono i tre principali: il Museo del Prado, il Museo Thyssen-Bornemizsa e il Centro d’Arte Reina Sofia.
I musei si trovano vicini tra loro in quello che viene chiamato il Triangolo dell’Arte di Madrid.

  • Il Museo del Prado, uno tra i più famosi al mondo, ospita le collezioni di pittori spagnoli quali Velazquez, El greco e Goya. Il Prado ospita anche collezioni di scultura, porcellane, arazzi, oggetti di vetro e mobili. Il palazzo neoclassico in cui ha sede il museo è una delle costruzioni più interessanti della città.
  • Il Museo Thyssen-Bornemizsa è invece un’ importante pinacoteca in cui sono custodite ottocento opere. Tra le opere più importanti vi sono il Paesaggio al tramonto di Van Gogh e Santa Caterina d’Alessandria del Caravaggio. Sono inoltre presenti opere di Renoir, Manet, Tiziano, Tintoretto, Gaguin, Dalì, Mirò e moltissimi altri.
  • Il Museo Nazionale Centro d’Arte Reina Sofia ospita a suo volta 16.200 opere di cui 4.00 dipinti e 1.400 sculture. L’opera più famosa esposta in questo museo è senza dubbio la Guernica di Picasso ma sono presenti anche opere di altri importantissimi artisti. 

Madrid: informazioni pratiche

Come arrivare

Madrid è raggiungibile dall’Italia in aereo, treno, pullman o auto.
L’aereo è sicuramente il mezzo più veloce per raggiungere Madrid e sono moltissime le compagnie, sia di linea che low cost, che operano collegamenti dai principali aereoporti italiani per l’aereoporto Madrid Barajas. L’aereoporto dista 13 chilomentri dalla città che è raggiungibile comodamente con bus, taxi o con la metropolitana.
In treno l’Italia è collegata a Madrid dal treno Salvator Dalì ma è possibile il collegamento anche da altre stazioni come Genova.
Per chi sceglie il pullman sono molte le compagnie offrono collegamenti con Madrid  dalle principali città italiane.
In auto la via più veloce per entrare in Spagna è dalla Liguria per poi proseguire lungo la costa francese. Una volta entrati in Spagna occorre procedere per Barcellona, da qui per Saragozza ed infine per Madrid.

Documenti di viaggio

Per i cittadini europei non è necessario alcun documento per entrare in Spagna, si consiglia tuttavia  di avere con sè la carta di identità. I minori di sedici anni devono essere in possesso di un loro documento di identità con foto, o in alternativa, essere iscritti sul passaporto dei genitori.
In Spagna è possibile guidare con la patente italiana ed è preferibile che il veicolo sia munito di contrassegno indicante la nazionalità.

Clima

Vista la sua posizione Madrid ha un clima particolare che porta a picchi di oltre 30° in estate per scendere sottozero in inverno, per questo i periodi migliori per visitarla sono  la primavera e l’autunno anche se è  comunque una meta visitabile tutto l’anno.

Trasporti

Il mezzo più comodo per muoversi a Madrid è senza dubbio la metropolitana che permette di spostarsi velocemente ed agevolmente da un angolo all’altro della città. La metro funziona dalle 6 del mattino al 1:30 della notte, con corse ogni 3/5 minuti fino alle 23. Dopo le 23 e la domenica le corse sono invece ogni 10 minuti. I biglietti si trovano in vendita in tutte le stazioni della metro, nelle tabaccherie e presso i punti di informazione turistica. E’ possibile acquistare anche tessere utilizzabili per più giorni. Nelle ore notturne ( dalle 24 alle 6) il trasporto pubblico è effettuato da bus notturni chiamati “buhos” (gufi) e contraddistinti dalla lettera N.

Nota: i luoghi ed i monumenti sopra descritti sono visitabili anche in un soggiorno di soli tre giorni (pieni), ovviamente con visite “superficiali” ai musei, solo Il Prado infatti richiederebbe un’intera giornata per una visita veramente approfondita. [A breve articoli di approfondimento dedicati a Madrid. 

Articolo di © Sabrina Musetti, riproduzione vietata senza citare la fonte 

Trovate tutti gli articoli di viaggio nella categoria Viaggi >>>

Per qualsiasi informazione, segnalazione, per collaborazioni o per la realizzazione di itinerari personalizzati potete contattarmi:

con messaggio alla pagina facebook Il Mio Mondo libero

alla mail: sabrina@ilmiomondolibero.it

al mobile + 39 3703515651 (anche via whatsapp)

Booking.com


 

Condividi l'articolo!