4 semplici tecniche di rilassamento

Sharing is caring!!!

Nel difficile periodo che stiamo vivendo più che mai è importante trovare modi per rilassarsi e non farci travolgere dall’angoscia. Dopo aver parlato in uno degli scorsi articoli di tecniche di respirazione per rilassarsi, in questo nuovo articolo vi parlo di un programma per rilassarsi attraverso 4 semplici tecniche di rilassamento, ispirato al Protocollo The Peaceful Mind creato dalla psicologa Amber Lynn Paukert, dell’Università di Washington.

Buona lettura!

tecniche di rilassamento, io in meditazione sul Monte Muzzerone, Liguria

4 semplici tecniche di rilassamento

1 Prendere consapevolezza della propria ansia

La consapevolezza è l’elemento indispensabile per affrontare e superare qualsiasi situazione di difficoltà che si presenti nella vita e ciò vale anche nell’affrontare l’ansia.

Se si vuole contrastarla è infatti importante capirla e studiarla.

Per capire e studiare la nostra ansia dovremmo innanzitutto tenere un diario in cui appuntare ogni dato relativo al nostro rapporto con essa. Quando si presenta? Dove si presenta? Quali sintomi proviamo?

In pratica dobbiamo tenere un vero e proprio diario dell’ansia così da poter rielaborare e capire il meccanismo con cui si innesca. Capendo ciò riusciremo a gestirla in modo sicuramente migliore.

2 Respirare in modo corretto

Come vi ho già detto nell’articolo dedicato alle tecniche di respirazione per rilassarsi, il respiro è la nostra arma vincente contro gli attacchi di ansia o panico.

Quando proviamo una forte ansia o affrontiamo un attacco di panico tendiamo a respirare in modo affannato,cioè utilizzando solo la parte alta dei nostri polmoni, in questo modo peggioriamo la situazione.

Nel momento in cui ci prende un attacco dobbiamo quindi imparare a respirare in maniera più profonda e lenta, in pratica utilizzando la respirazione diaframmatica.

Di questo tipo di respirazione ne ho parlato qui:

Tecniche di respirazione per rilassarsi

3 Pensare a cose rilassanti creando un condizionamento

Se mi seguite da un po’ sapete che ho sofferto per molti anni di attacchi di panico, e  quindi so bene che quando si è in pieno attacco è impossibile riuscire a pensare cose rilassanti, ma in realtà esistono tecniche precise che ci possono mettere in grado di farlo facilmente. Queste tecniche in psicologia si chiamano condizionamenti.

Dovete fare cosi:

  1. Cercate una parola che vi porti a pensare a qualcosa di rilassante. Deve essere una parola vostra, cioè una parola che sentite molto.
  2. Pensate ad un particolare momento felice e rilassato della vostra vita e riviverlo con la mente ponendo attenzione ed amplificando  dettagli come i colori o i suoni.
  3. Continuate a pensarlo fino a che non riuscite a riprovare le stesse sensazioni di tranquillità, in genere occorrono non più di cinque minuti. Quando avete raggiunto questo stato ripetetevi mentalmente la vostra parola chiave ed associate allo stato di serenità un gesto ben determinato che sia per voi insolito ma che possa essere eseguito anche in pubblico. Potrebbe essere per esempio il sovrapporre l’anulare al mignolo, l’accarezzarsi il dorso della mano, o il massaggiarsi il lobo dell’orecchio.
  4. Pensate ad un elemento neutro, cioè a qualcosa che non susciti in voi nessuna particolare emozione per esempio un oggetto o un colore che avete di fronte.
  5. Fate passare qualche minuto e ripetete i primi tre passi.

Ripetendo questa procedura 2/3 volte al giorno per una settimana creerete un condizionamento che vi permetterà nei momenti di ansia, ripetendo la parola ed il gesto segreti, di riacquistare la calma in brevissimo tempo.

4 Muoversi!

Più si pensa all’ansia e più essa ci travolge, quindi è importante distrarre la mente da essa. Per farlo la parola d’ordine è Muoversi! 

Possiamo farlo seguendo le nostre passioni o inclinazioni per esempio scrivendo, cantando, ballando, facendo attività fisica e via dicendo.

Se non avete passioni particolari potete crearvi una lista di cose piacevoli da fare e sceglierne una ogni qual volta vi assale l ‘ansia.

Tecniche di rilassamento, un ultimo consiglio: Dormire bene

Il protocollo The Peaceful Mind comprende in realtà cinque step. Il quinto passo, più che una tecnica è un invito  a migliorare il proprio sonno per essere in grado di vivere in maniera più rilassata le nostre giornate e particolari  situazioni stressanti.

Ma l’ ansia porta con se spesso l’insonnia quindi sembrerebbe un circolo vizioso, in realtà esistono alcune strategie per migliorare il nostro sonno ma questo  argomento merita un articolo a parte, quindi vi do appuntamento al prossimo post!

Avete già provato alcune di queste tecniche di rilassamento? Ne conoscete altre? Se vi va scrivetemele nei commenti!

Nota: in questo articolo condivido con voi ciò che ho scoperto e che ho trovato utile nel mio processo di superamento del panico e di crescita personale, si tratta pertanto di  informazioni di carattere generale, per approfondimenti vi invito quindi a rivolgervi ad esperti in materia. 

Articolo di ©Sabrina Musetti, riproduzione vietata. 

Foto: @Gianni Bedini

Scoprite altri articoli della categoria Lifestyle>>>

Per ulteriori informazioni, per  collaborazioni o per segnalazioni contattatemi:

mail sabrina@ilmiomondolibero.it

mobile + 39 389 8463586 (via whatsapp)

messaggio alla pagina facebook  Il Mio Mondo libero



Sharing is caring!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *