Piccoli gioielli nascosti tra i boschi della Lunigiana: Varano e la sua torre.

Varano, Lunigiana, Massa Carrara

 

La scorsa domenica, vista la splendida giornata, quasi primaverile, ho pensato di riprendere il mio giro per i Castelli della Lunigiana. Come sempre non sono partita con un’intenzione precisa su quale castello visitare ma lasciandomi guidare dal caso.

L’istinto mi ha spinto  ad un certo punto ad  imboccare una delle varie stradine che lungo la strada provinciale 74, che da Aulla arriva al Passo del  Lagastrello, portano a piccoli semisconosciuti borghi incastonati nei boschi. Ho scoperto così, per caso, il piccolo incantevole borgo di Varano.

Varano e la sua Torre

Situato a 418 metri sul livello del mare, Varano è un minuscolo borgo facente parte  del comune di Licciana Nardi da cui dista circa 4 km. E’ un tipico borgo medievale caratterizzato da stretti vicoli lastricati su cui si affacciano le antiche costruzioni, quasi tutte conservate in ottimo stato mantenendone le caratteristiche originarie.

Il fiore all’occhiello di Varano è la  Torre che lo sovrasta. Guardando la costruzione dal basso si ha l’impressione che sia un campanile, stranamente posizionato a distanza dalla chiesa, ma in realtà si tratta della Torre del “castrum”, l’antico castello che è sopravvissuto fino al XVII secolo. Questa parte del borgo viene infatti chiamata “castello”. La torre è dotata di campane che ancora oggi scandiscono lo scorrere del tempo.

Nel borgo è presente anche una bella chiesa visibile però solo dall’esterno in quanto non è più utilizzata da tempo, se non in particolari occasioni.

Molto bello anche l’antico lavatoio costituito da due grandi vasche e posizionato all’ingresso del paese.

Varano: storia e curiosità

Storia

In base alle documentazioni storiche si sa che il piccolo feudo di Varano appartene fino al 1400 al Marchese Malaspina di Olivola e  che fosse dotato di un perimetro murario difensivo caratterizzato da un castello dotato di torre quadrangolare.  Il castello doveva essere abbastanza ampio poiché ospitò l’esercito di Galeazzo Visconti, duca di Milano, formato da oltre 200 cavalieri.

All’inizio del 1400 il feudo passò, per volontà della comunità, sotto il controllo del Marchese di Ferrara Nicolò III unitamente ai borghi di Apella, Tavernelle, Taponecco e Ripola.

Il borgo fu un comune autonomo della Lunigiana fino al 1860 anno in cui venne soppresso ed annesso a quello di Licciana Nardi.

Curiosità

Varano è situato ad una latitudine di 44°17’13” N ord ed a una longitudine 10°4’32” Est.

Gli edifici totali del borgo sono 38 di cui la maggior parte conservata in ottimo stato ed adibita ad uso residenziale, soprattutto vacanziero.

La popolazione  è costituita da circa 40 persone.

Varano: come arrivare

Varano è raggiungibile esclusivamente con mezzi propri.

Dalla A 12,l’ uscita è quella  di Santo Stefano Magra. Imboccando la SS 62  si deve proseguire in direzione Aulla seguendo poi le indicazioni per Licciana Nardi.

Superato il borgo di Licciana Nardi, proseguendo per circa tre km sulla SP 74  verso il Passo del Lagastrello, si trova, sulla sinistra, una strada leggermente in salita dove è presente l’indicazione Varano. Proseguendo per un altro km si arriva al borgo dove è presente un piccolo parcheggio.

Se vuoi scoprire un’altra perla della Lunigiana puoi leggere anche l’articolo sul Castello di Comano:

In giro per i castelli della Lunigiana: il Castello di Comano

Articolo e foto di © Sabrina Musetti, riproduzione vietata senza citare la fonte.Protected by Copyscape

Per ulteriori info sulla località contattami!

Sulla pagina facebook “Il Mio Mondo Libero”  puoi trovare anche dei video!


 

Condividi l'articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *